Disegno di un floppy disk con la scritta "My entire life

Fare il backup dei propri dati in Windows, un metodo

Fare i backup sempre. Fare i backup subito.

Per non perdere documenti, foto ed esattamente quello a cui stai pensando ora, ma anche cercare di evitare del futuro stress, fai il backup dei tuoi dati, cioè delle loro copie di sicurezza. Confido di non doverti convincere.

Ma se fosse necessario… visualizza questi scenari:

  • il disco del tuo pc, il tuo pc, il tuo telefono o un qualsiasi altro dispositivo in cui hai dei dati importanti si rompe irreparabilmente o viene rubato o perso o … annacquato o arrostito
  • non ricordi la password di accesso ad un servizio online o a un dispositivo e non c’è modo di bypassarla
  • un servizio online viene chiuso
  • terza guerra mondiale o apocalisse zombie, ah no, a quel punto ciaone….

Come fare? Vediamo assieme un possibile metodo.

Sistema di riferimento: Windows Pro

Qui il riferimento sarà un computer con installato il sistema operativo Windows 10 Pro o superiore.

Obiettivo in breve

Ciò che vogliamo ottenere:

  • una triplice copia dei dati
  • i dati saranno crittografati
  • il backup dovrà essere il più possibile automatizzato
  • ricordarsi di verificare periodicamente la possibilità di recuperare i dati

Azioni da fare subito se non hai ancora nessun backup

Se non hai ancora mai fatto una copia dei tuoi dati ecco quelli di cui la devi fare subito:

  • prima fai un backup dei tuoi dispositivi mobile (telefoni, tablet, …) nella tua cartella utente
  • quindi copia in un disco esterno tutta la tua cartella utente

Non sai qual è e come si copia tutta la cartella del tuo utente Windows in un disco esterno? Continua a leggere.

Quali dati dobbiamo salvare?

Versione breve

  1. Salva tutta la tua cartella utente. Che di solito corrisponde a C:\Users\_tuo_nome_utente.
    Se il computer è usato da più di una persona ricorda che vanno salvati tutti gli utenti. Se lo devi fare tu per tutte le cartelle utenti, avvisa le altre persone che usano il pc, metti in chiaro che accederai ai loro dati e se loro sono d’accordo procedi. Accedi a Windows con un utente amministratore e salva tutta la cartella C:\Users. In questo contesto conferma ogni richiesta che ti verrà fatta da Windows per l’accesso alle cartelle.
  2. Salva cartelle particolari che stanno al di fuori della cartella utente, ad esempio cartelle create da te o dai programmi nella cartella principale (la radice) del disco C:, oppure in altre unità (D:, F:, …).
  3. Salva anche i dati che non sono nel tuo pc, ad esempio dati importanti presenti in dischi esterni o chiavette usb di cui esiste solo una copia, posta elettronica usata solo online, documenti presenti solo in servizi cloud, backup dei tuoi cellulari e tablet, vecchi CD…

Versione estesa, ecco un elenco di massima

Ecco degli esempi di possibili dati da salvare.

Archivi online (cloud storage)

Se usi servizi di archiviazione online come:

  • Dropbox
  • Google Drive
  • Microsoft OneDrive

Sincronizza il loro intero contenuto nel pc, in modo che venga incluso nel backup che stai pianificando. O scarica tutti i dati direttamente in un’unità esterna se hanno una dimensione maggiore dello spazio a disposizione nel disco del tuo pc. Se il servizio a cui ci si affida è serio, una sola copia di questi dati è sufficiente.

Browser

Per OGNI browser in uso nel tuo pc, ad esempio:

  • Brave
  • Chrome
    • Standard
    • Chrome Dev / Chrome Beta / Chrome Canary (Nightly)
  • Edge
    • Standard
    • Edge Dev / Edge Beta / Edge Canary (Nightly)
  • Firefox
    • Standard
    • Firefox Developer Edition / Firefox Beta / Firefox Nightly
  • Opera
  • Safari
  • Vivaldi

devi salvare:

  • preferiti
  • (elenco delle) estensioni
  • impostazioni del browser e delle estensioni
  • altri dati del profilo

Cartelle di sistema all’interno della cartella utente

Come scegliere se salvare tutta la cartella utente o solo alcune cartelle specifiche?

Molto dipende dallo spazio occupato dal contenuto della cartella AppData. Potresti anche decidere di includere tutto in un backup e di includere solo alcune di quelle cartelle in un altro tipo di backup. Per chi è alle prime armi consiglio di salvare sempre TUTTO.

Dispositivi vari (telefoni, tablet, …)

Includi il backup di tutti gli altri tuoi dispositivi; usa il programma di backup del costruttore del dispositivo per scaricare i dati nel pc, in modo che vengano poi inclusi nel backup che stai pianificando.

Documenti vari (cartelle “classiche”)

Se hai deciso di non salvare l’intera cartella utente ricordati di inserire nel backup le cartelle utente classiche, come: desktop, documenti, download, immagini, musica, video e altre cartelle importanti create da te o dai programmi (app, applicazioni) che hai installato.

Driver

Per funzionare correttamente e al massimo delle proprie possibilità tutte le periferiche interne ed esterne al computer comunicano con esso per mezzo dei driver (software). Molti driver vengono installati automaticamente dal sistema operativo quando la periferica viene collegata o si possono scaricare dal sito del produttore della periferica stessa.

La mia raccomandazione è comunque di salvarli.

In caso di computer con sistema operativo Windows, per elencare e salvare i driver finora installati procedi come segue:

  • apri la cartella Documenti
  • (crea e) apri la cartella Backup
  • crea la cartella BackupDriver
  • apri il terminale con privilegi di amministrazione
  • scrivi il seguente comando e premi Invio
dism /online /export-driver /destination:"%userprofile%\Documenti\Backup\BackupDriver"

Se la cartella Documenti non viene già periodicamente salvata per intero ricordati di aggiungere la cartella BackupDriver al tuo sistema di backup e di rigenerarla una volta all’anno.

Posta

Installa un programma di posta elettronica come Thunderbird o Microsoft Outlook e imposta il profilo IMAP di tutte le tue caselle di posta. Scarica tutte le caselle di posta sul tuo pc.

Se hai deciso di non salvare l’intera cartella utente ricordati di inserire la cartella dei profili di posta, del programma che hai scelto, nel tuo sistema di backup.

Programmi

Crea e conserva l’elenco dei programmi installati nel computer.

Se sei su Windows puoi farlo in diversi modi:

  • dalla linea di comando del Terminale (Command Prompt o Powershell):
    • winget list > lista-pgm.txt
  • dal Menu Start > Impostazioni > App > App e funzionalità
    • copia l’elenco delle app oppure fai degli screenshot
  • sommando l’elenco di “Programmi e funzionalità” e quello della “Libreria” dal Microsoft Store:
    • da Menu Start > Pannello di controllo > Programmi e funzionalità
      • copia l’elenco delle app oppure fai degli screenshot
    • dal Microsoft Store apri la tua Libreria di App
      • copia l’elenco delle app oppure fai degli screenshot

Potresti avere anche dei programmi di tipo Portable (Portatili) che sono quelli che non richiedono l’installazione. Individuali e assicurati che siano compresi nel tuo backup.

Inoltre dei programmi che lo richiedono annota anche se ci sono ulteriori dati o impostazioni da salvare e ricordati di aggiungere tali dati e cartelle al tuo sistema di backup.

Varie

Includi nell’elenco anche:

  • chiavi ssh, metodi di sblocco di file criptati
  • chiavi private, chiavi per criptare e decriptare, frasi di sicurezza
  • Certificati SSL/TLS
  • archivi dei password manager
  • eventuali cartelle “NO BACKUP ZONE” di cui avere almeno una copia
  • libri, immagini, musica e video presenti su altri supporti
  • eseguibili di installazione di vecchi programmi o driver, soprattutto se il fornitore non esiste più
  • email o file di licenza dei software che hai acquistato
  • impostazioni/personalizzazioni dei programmi (compresi eventuali add-on/plugin/componenti aggiuntivi/estensioni/…), se ci hai messo molto a personalizzare il software che utilizzi spesso sarai felice di avere un salvataggio di quelle impostazioni così faticosamente collezionate… lo-dico-per-esperienza… 🙂

Lista di controllo da stampare

Dove memorizzare i tuoi backup

L’ideale è combinare i seguenti mezzi di memorizzazione:

  • dischi esterni
  • NAS
  • online
  • ti sconsiglio chiavette usb, DVD, CD (si perdono facilmente e la capacità è ridotta)

Partiremo dal mezzo più semplice e conveniente: i dischi esterni.

Dischi esterni

Se il tuo budget te lo permette compra tutti e 3 i seguenti dischi:

  • un disco esterno HDD (Samsung, Sandisk, Western Digital, Toshiba, Seagate, Verbatim, Hitachi, …) grande almeno il doppio di tutto quello che devi salvare
  • un disco esterno SSD SATA (Samsung, Crucial, Sandisk, Western Digital, Toshiba, Seagate, …) grande quanto tutto quello che devi salvare
  • un disco esterno SSD NVMe M.2 (Samsung, Sandisk – evita quello da 4 TB -, Western Digital, Toshiba, Seagate, Verbatim, …) grande abbastanza per contenere un po’ più di quello che devi salvare; nota bene: il tuo pc deve avere una porta USB 3.0 o successiva che sia compatibile

Se devi fare una scelta compra il disco HDD e:

  • un disco SSD se vuoi privilegiare il costo
  • un disco NVMe se vuoi privilegiare la velocità (e il tuo pc ha una porta USB compatibile)

Quando hai i dischi collega il disco SSD (o HDD) al tuo pc e fai una prima copia a mano di tutto quello che hai elencato prima. Dopodiché torna a leggere questo articolo per costruire il tuo processo di backup.

Se invece a casa o in studio hai già un disco esterno libero che rientra in una delle categorie elencate ed è in buono stato e non è troppo vecchio, fai subito una prima copia di tutto quello che hai elencato prima. E poi compra i dischi nuovi mancanti.

Fai le copie in automatico con un programma di backup

Backup con Uranium Backup Free

Periodicamente controlla il backup